vai direttamente al contenuto.
Aree Tematiche
Castelvecchio


In considerazione del toponimo e soprattutto per la posizione dominante sia la Valle del Nera che quella del Campiano possiamo dedurne la sua originaria natura di castello.

Nell'abitato molto compatto si conservano tre chiese, la più importante anche per le sue antiche origini è quella di San Giovanni Battista. Esisteva già nel 1253, anche se nel corso dei secoli a causa di profondi rimaneggiamenti ha perso quasi del tutto ogni elemento originario. All'interno si ammira una tavola raffigurante una Madonna in trono con i Santi. Il dipinto del 1589 è attribuito ad Antonio Carocci, artista nursino molto apprezzato nel corso della sua attività.

Altra pregevole opera conservata nella chiesa è una statua lignea che rappresenta S. Anna. Venne eseguita nella prima metà del '400 da un artista Umbro condizionato dagli influssi della scultura veneta. L'unica testimonianza delle origini antiche rilevabile nella chiesa è un bel capitello gotico scolpito nell'anno 1434. Tra le suppellettili liturgiche spicca un pregevolissimo calice in argento del 1600.

Non lontano dal paese, in una suggestiva posizione, sorge la chiesetta della Cona, così chiamata perchè nel passato custodiva un'icona raffigurante la Madonna. La chiesa è conosciuta anche come "Madonna dello posatoro" per la vicina antica fonte che offriva ristoro ai coloni della zona. il 10 maggio vi si celebrano solenni funzioni religiose, alle quali partecipano i fedeli di Corone, Castelvecchio e Saccovescio, ossia l'intera comunità di Monte San Martino.



 
  1. Abeto
  2. Acquaro
  3. Belforte
  4. Collescille
  5. Collazzoni
  6. Castelvecchio
  7. Corone
  8. Fiano d'Abeto
  9. Montaglioni
  10. Montebufo
  11. Piedivalle
  12. Poggio di Croce
  13. Preci
  14. Roccanolfi
  15. Saccovescio
  16. S.Lazzaro in Valloncello
  17. Todiano
  18. Valle